Home  |  Contact  

Email:

Password:

Sign Up Now!

Forgot your password?

UN SORRISO PER TUTTI
Happy Birthday AnaSilviaGM !
 
What’s New
  Join Now
  Message Board 
  Picture Gallery 
 Files and Documents 
 Polls and Test 
  List of Participants
  
 ◄ ISCRIZIONE AL GRUPPO 
 ___CHAT___ 
 INDICE BACHECHE 
 ◄ BENVENUTO/A 
 GENERALE 
 " TUTTI I MESSAGGI " 
 ۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞ 
  
 ◄◄◄ CHAT 
 ◄ ACCADDE OGGI 
 ◄ OROSCOPO DEL GIORNO 
 ◄ MESSAGGIAMOCI 
 ◄ AIUTO PC 
 ◄ AMORE 
 ◄ AUGURI 
 ◄ CONSIGLI & CURIOSITA´ 
 ◄ ATTUALITA´ 
 ◄ ARTE DI RAIOLUAR 
 ◄ GRAFICA DI ROM* 
 ◄ IL LOTTO DI NANDO 
 ◄ INDIANI D´ AMERICA 
 ◄ RICORDI & FOTO DI GIANPI 
 ◄ UMORISMO 
 ◄ MUSICA ANNI 60 / 70 ♫♪♫ 
 ◄GRUPPI MINORI ANNI 60-70 
  
 ◄ POESIE ISCRITTI 
 ◄ POESIE CLELIA ( Lelina ) 
 ◄ Clelia ♦ RACCONTI ♦ 
 ◄ POESIE & ALTRO NADIA 
 ◄POESIE DI NIKI 
 ◄ POESIE PREDILETTA 
 ◄ POESIE QUATTROMORI 
 ◄ POESIE TONY KOSPAN 
 ◄ ROBYLORD ♥ 
  
 OMAGGIO A KAROL 
 ◄ RICORDANDO EL CID 
 ◄ LEZIONI DI POESIA 
 ◄ SEZIONE SVAGO 
 ◄MATERIALI DA USARE► 
 ◄ CUCINA ITALIANA 
 __________________________ 
 Home Home 
  
 
 
  Tools
 
◄ INDIANI D´ AMERICA: SAGGEZZA INDIANA
Choose another message board
Previous subject  Next subject
Reply  Message 1 of 4 on the subject 
From: Lelina  (Original message) Sent: 11/12/2009 10:24

Gli anziani meritano il massimo rispetto, perché ci hanno tramandato le tradizioni, la cultura e la Lingua. Essi ancora oggi, con la loro saggezza, ci aiutano a rendere migliore la nostra vita.

**********

Ci sono quattro strade che possono portarti dove vuoi andare.
La prima ti conduce dove ti manda il tuo primo pensiero.
Non è la strada giusta. Rifletti un poco.
Affronti allora la seconda.
Rifletti nuovamente ma non scegli ancora.
Finalmente, alla quarta riflessione tu sarai sulla strada giusta.
Così non rischierai più nulla.
Qualche volta, lascia passare una giornata prima di risolvere il tuo problema.



First  Previous  2 to 4 of 4  Next   Last  
Reply  Message 2 of 4 on the subject 
From: Lelina Sent: 11/12/2009 10:25

Un vecchio Cherokee seduto di fronte al tramonto con suo nipote :
Nonno, perché gli uomini combattono ?
Il vecchio, gli occhi rivolti al sole calante, al giorno che stava
perdendo la sua battaglia con la notte, parlò con voce calma.
Ogni uomo, prima o poi, e’ chiamato a farlo. Per ogni uomo c’e’
sempre una battaglia che aspetta di essere combattuta, una
battaglia da vincere o da perdere. Perché lo scontro più feroce
è quello che avviene tra due lupi.
Quali lupi. Nonno ?
Quelli che ogni uomo porta dentro di sè.
Il bambino non riusciva a capire. Attese che il nonno rompesse
l’attimo di silenzio che aveva lasciato cadere fra loro, forse per
accendere la sua curiosità. Infine, il vecchio che aveva dentro
di se’ la saggezza del tempo, riprese con il suo tono calmo.
Ci sono due lupi in ognuno di noi. Uno e’ cattivo e vive di odio,
gelosia, invidia, risentimento, falso orgoglio, bugie, egoismo.
Il vecchio fece di nuovo una pausa, questa volta per dargli modo
di capire quello che aveva appena detto.
E l’altro ?
L’altro e’ il lupo buono. Vive di pace, amore, speranza, generosità,
compassione, umiltà, fede.
Il bambino rimase a pensare e poco dopo diede voce alla sua
curiosità.
E quale lupo vince ?
Il vecchio Cherokee si girò a guardarlo e rispose con occhi puliti.
Quello che nutri di più.



Reply  Message 3 of 4 on the subject 
From: Lelina Sent: 11/12/2009 10:26

 .:: Indiani d'America ::.

 

 

Il contatto con la culture degli Indiani d'America non può lasciare indifferenti, perché esse racchiudono un patrimonio per la mente e per l'anima. Occorre sfatare preconcetti e pregiudizi, che possono accompagnarci, anche nostro malgrado, considerata l'impostazione della nostra storiografia.

Il primo pregiudizio è che gli Indiani siano "popoli senza storia", sull'assunto, stabilito da noi del "cervello sinistro", che la trasmissione scritta, per di più cronologica, sia l'unico modo di registrare la storia.
Per i pre-colombiani, con l'unica eccezione dei Maya, la trasmissione è orale, e non è meno fedele delle parole scritte su pietra, papiro, argilla o carta.
La parola, per gli Indiani, è energia che incontra altra energia e non può essere rinchiusa nella rigidità di regole o strumenti.
Come per tutti i popoli vicini alle origini, la parola è sacra e in modo sacro deve essere tramandata. E il modo più vicino allo Spirito è, come dicono i Sioux, "l'Uccello Sacro della memoria".
La storia di ogni popolo è la "parola degli Antenati" e quindi deve essere tramandata con fedeltà e rispetto assoluti.
Gli Anziani e più di tutti gli Sciamani ne sono i custodi e i responsabili, vere enciclopedie viventi, che tramandano i ricordi ancestrali attraverso la parola e li lasciano in eredità a chi "inizia i passi dove finiscono i loro".

Il secondo pregiudizio da sfatare è che nelle culture Indiane non ci sia progresso. Per gli Indiani la crescita avviene nell'interno della propria coscienza, in armonia con le leggi della Terra e del Cosmo, nel cerchio del tempo che va e ritorna come onde del mare, senza alcuna progressione lineare.
Ogni punto dell'arco del tempo è uguale per ogni generazione.
Il problema è che spesso noi confondiamo il concetto di progresso con quello di evoluzione tecnologica.
L'Antropologia ci ha insegnato infatti che non esistono culture o civiltà superiori o inferiori, il nostro pianeta rappresenta una pluralità di civiltà, ciascuna unità coerente da considerare dall'interno dei suoi aspetti, che sono ciò che si intende come cultura.

Il terzo pregiudizio, forse il più grande e grossolano è l'accusa di essere senza religione.  Gli Indiani di tutte le Americhe sentono lo Spirito in ogni azione, in ogni manifestazione ed in ogni momento e ne ricercano incessantemente la presenza attraverso i simboli.
Per loro il dono della visione mistica è il traguardo supremo di ogni vita. ed ecco cosa risponde un Capo del XIX secolo in una registrazione ufficiale: "Eravamo un popolo senza leggi, ma eravamo in ottimi rapporti con il Grande Spirito, Creatore e Signore del Tutto. Ci giudicavate dei selvaggi. Non capivate le nostre preghiere, né cercavate di capirle. Quando cantiamo le nostre lodi al sole, alla luna e al vento, ci trattate da idolatri... Senza capire, ci avete condannati come anime perse, solo perché la nostra religione è diversa dalla vostra".  (fonte Elda Fossi)



Reply  Message 4 of 4 on the subject 
From: Nando1 Sent: 14/04/2011 06:20

 





 

Saggezza Antica e Profonda degli Indiani d'America


 




"Nel cuore di ogni uomo è radicato un appetito spirituale per una fede assoluta, duratura
e positiva in un'esistenza futura. Essa lo rende tranquillo. Una fede di questo tipo è la base
indispensabile della personalità. Ma un buon numero di giovani non hanno quest'ancora di
salvezza per la propria anima."

Thomas Wildcat Alford, Shawnee


 



"Nascere uomo su questa terra è un incarico sacro. Abbiamo una responsabilità sacra,
dovuta a questo dono eccezionale che ci è stato fatto, ben al di sopra del dono
meraviglioso che è la vita delle piante, dei pesci, dei boschi, degli uccelli e di
tutte le creature che vivono sulla terra. Noi siamo in grado di prenderci cura di loro".


Shenandoah



 


"Lungo il cammino delle vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità.
Evitate di dare dispiaceri ai vostri simili ma, al contrario, vedete di procurare loro gioia
ogni volta che potete!"

Proverbio Sioux



Gli anziani meritano il massimo rispetto, perché ci hanno tramandato le tradizioni,
la cultura e la Lingua. Essi ancora oggi, con la loro saggezza, ci aiutano a rendere
migliore la nostra vita.

Sinta Glesha



"Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni".

Alce Nero, 1890


 


"Io una volta pensai di essere l'unico uomo che continuava ad essere amico dell'uomo bianco,
ma da quando sono venuti e hanno vuotato le nostre tende, rubato i cavalli e ogni altra cosa,
è difficile per me credere ancora agli uomini bianchi".

Pentola Nera dei Cheyenne meridionali





"Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non é chi combatte,
perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi é chi
sacrifica se stesso per il bene degli altri. E' suo compito occuparsi degli anziani,
degli indifesi, di chi non può provvedere a se stesso e soprattutto dei bambini,
il futuro dell'umanità".

Toro Seduto




"Che cos'è la vita?

 Lo sfavillare di una lucciola nella notte.

 Il respiro sbuffante di un bisonte nell'inverno.

La breve ombra che scorre sopra l'erba e si perde dentro il sole".


Piede di Corvo



"Lungo il cammino della vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità.
Evitate di dare dispiaceri ai vostri simili, ma al contrario vedete di procurare loro
ogni gioia che potete".

Proverbio Sioux



"La primavera è tornata, il sole ha abbracciato la terra. Presto vedremo i figli del loro
amore. Ogni seme, ogni animale si è svegliato. Anche noi siamo stati generati da questa
grande forza. Per questo crediamo che anche gli altri uomini e i nostri fratelli animali
abbiano il nostro stesso diritto a vivere su questa terra".

Toro Seduto



 

"Sapete che gli alberi parlano?

Essi lo fanno! Parlano tra di loro e loro vi parleranno
se solo voi li ascoltate. Il guaio dei bianchi è che loro non ascoltano!

E così non hanno mai ascoltato gli indiani come non ascoltano le altre voci della natura.
Ma vi assicuro, gli alberi mi hanno insegnato molto: sul tempo, sugli animali",
sul Grande Spirito".

Tatanga Mani Assiniboine



"Non lasciamo che i nostri ideali ci rendano soddisfatti di noi stessi. Ognuno di noi,
in scala più o meno grande contribuisce allo sfruttamento e alla distruzione della terra,
allo spreco e all'inquinamento. Abbiamo semplicemente la possibilità di camminare più
vicino alla Buona Strada. Non di colpo, ma tappa per tappa in questa direzione, finché
non riusciamo a tornare su questo sentiero. Per coloro che sanno ascoltare, le voci parlano ancora".

Saupaquant Wampanoag



"Ovunque tra il nostro popolo si pensa che il Creatore e tutta la Creazione sono un vasto e
santo mistero: ma questo mistero può parlare ai nostri cuori se noi siamo preparati e se ascoltiamo".

Saupaquant Wampanoag



"Attendetevi che i fiumi scorrano all' incontrario allo stesso modo che ogni uomo nato libero

sia contento d' essere rinchiuso entro limiti precisi senza la libertà di andare dove vuole".

Capo Giuseppe


 

"L'uomo talvolta crede di essere stato creato per dominare, per dirigere. Ma si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto. La sua funzione non è quella di sfruttare, bensì è
quella di sorvegliare, di essere un amministratore. L'uomo non ha ne potere, ne privilegi.
Ha solamente responsabilità".

Orens Lyons, Onondaga



"La donna é sacra.

Noi rispettiamo le madri, le sorelle, le mogli, le figlie, le nipoti.
Sono le donne che ci danno la vita, che ci nutrono e che ci insegnano a camminare e a parlare.
Gli uomini sono i loro occhi, le loro orecchie, la loro bocca".

Birgil Kills Straight



"La terra non appartiene all'uomo, è l'uomo che appartiene alla terra".

Attle - Duwamish



"Non sapevo in quel momento che era la fine di tante cose.
Quando guardo indietro, adesso, da questo alto monte della mia vecchiaia, ancora vedo
le donne e i bambini massacrati, ammucchiati e sparsi lungo quel burrone a zig-zag,
chiaramente come li vidi coi miei occhi da giovane. E posso vedere che con loro morì
un'altra cosa, lassù, sulla neve insanguinata, e rimase sepolta sotto la tormenta.
Lassù morì il sogno di un popolo. Era un bel sogno... il cerchio della nazione è rotto
e i suoi frammenti sono sparsi. Il cerchio non ha più centro, e l'albero sacro è morto".

Alce Nero



"Quando al mattino ti svegli, ringrazia il tuo Dio per la luce dell'aurora, per la vita
che ti ha dato e per la forza che ritrovi nel tuo corpo. Ringrazia il tuo Dio anche per
il cibo che ti dà e per la gioia della vita. Se non trovi un motivo per elevare una preghiera
di ringraziamento, allora vuol dire che sei in errore".

Tecumseh -Shawnee



"La mia mano non è del colore della tua, ma se mi pungo uscirà sangue e sentirò dolore.
Il sangue è dello stesso colore del tuo, Dio mi ha fatto e sono un uomo".

Orso in Piedi



"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso

 un miglio nei suoi mocassini".

Guerriero Apache anonimo



"Gli anziani meritano il massimo rispetto, perché ci hanno tramandato le tradizioni,
la cultura e la lingua. Essi ancora oggi, con la loro saggezza, ci aiutano a rendere
migliore la nostra vita".

Sinta Glesha



"Senza la Madre Terra non saremmo qui, eppure la stiamo uccidendo, stiamo
distruggendo l'aria, l'acqua, stiamo prendendole tutti i suoi poteri naturali,
poteri che possono essere un elemento devastante per la nostra vita, non solo
quella dei Lakota, ma quella di tutti gli esseri umani".

Birgil Kills Straight - Lakota



"Ci sono quattro strade che possono portarti dove vuoi andare. La prima ti conduce dove
ti manda il tuo primo pensiero. Non è la strada giusta. Rifletti un poco.
Affronti allora la seconda. Rifletti nuovamente ma non scegli ancora.
Finalmente, alla quarta riflessione tu sarai sulla strada giusta.
Così non rischierai più nulla. Qualche volta, lascia passare una giornata

 prima di risolvere il tuo problema".

Diablo, Apache della Montagna Bianca



"Per voi uomini bianchi il Paradiso è in cielo; per noi il Paradiso è la Terra.
Quando ci avete rubato la Terra ci avete rubato il Paradiso".

Piccola Foglia




"La terra fu creata con l'aiuto del sole, e tale dovrebbe restare... La terra fu fatta
senza linee di demarcazione, e non spetta all'uomo dividerla... Io non ho mai detto
che la terra è mia per farne ciò che mi pare. L'unico che ha il diritto di disporne è
chi l'ha creata. Io chiedo il diritto di vivere sulla mia terra e di accordare a voi
il privilegio di vivere sulla vostra".

Heinmont Tooyalaket dei Nez Percés



"Il corpo muore. Il corpo è semplicemente ciò che l'anima materialmente possiede.
E' il suo involucro. L'anima prosegue la sua vita".

Susie Billie- Seminole



"Quando togliamo qualcosa alla terra, dobbiamo anche restituirle qualcosa.
Noi e la Terra dovremmo essere compagni con uguali diritti. Quello che noi
rendiamo alla Terra può  essere una cosa così semplice e allo stesso tempo
così difficile come il rispetto".

Jimmie Begay - Indiano Navajo




"Non perseguitare e non deridere mai un tuo simile per la sua Religione. Rispetta invece
ciò in cui lui crede, se vuoi che lui, in cambio, rispetti te".

Tecumseh



"Tu che possiedi il giorno fallo bello. Prendi i colori del tuo arcobaleno e sarà bello".

Nootkan



"Io non ho mai rivendicato il diritto di poter fare con la terra quello che ritengo giusto.
L'unico che ha un tale diritto è colui che l'ha creata".

Capo Giuseppe



"Io sono soltanto un uomo.

Sono la voce del mio popolo.
Quali che siano i loro sentimenti, io dico questo. Non voglio più la guerra.
Voglio essere un uomo. Voi mi negate il diritto di un uomo bianco. La mia pelle è rossa;
il mio cuore è come il cuore di un uomo bianco; ma io sono un Modoc.

Non ho paura di morire. Non cadrò sulle rocce.
Quando muoio i miei nemici saranno sotto di me. I vostri soldati mi hanno attaccato mentre
dormivo sul fiume Lost. Essi ci hanno spinto su queste rocce come un cervo ferito..."

Kintpuash (Capitan Jack) dei Modoc

 



Non si inizi nessun discorso senza mostrare per prima cosa umiltà.

"Io sono ignorante, un pover'uomo", è così che cominciano tutti i discorsi.

"Io non so nulla più di voi che siete seduti intorno a me, ma io vorrei offrirvi il mio umile parere".

Allen C. Quetone, Kiowa

 

 



Anuncios:

First  Previous  2 a 4 de 4  Next   Last  
Previous subject  Next subject
 
©2019 - Gabitos - All rights reserved