Home  |  Contact  

Email:

Password:

Sign Up Now!

Forgot your password?

UN SORRISO PER TUTTI
 
What’s New
  Join Now
  Message Board 
  Image Gallery 
 Files and Documents 
 Polls and Test 
  Member List
  
 ◄ ISCRIZIONE AL GRUPPO 
 ___CHAT___ 
 INDICE BACHECHE 
 ◄ BENVENUTO/A 
 GENERALE 
 " TUTTI I MESSAGGI " 
 ۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞۞ 
  
 ◄◄◄ CHAT 
 ◄ ACCADDE OGGI 
 ◄ OROSCOPO DEL GIORNO 
 ◄ MESSAGGIAMOCI 
 ◄ AIUTO PC 
 ◄ AMORE 
 ◄ AUGURI 
 ◄ CONSIGLI & CURIOSITA´ 
 ◄ ATTUALITA´ 
 ◄ ARTE DI RAIOLUAR 
 ◄ GRAFICA DI ROM* 
 ◄ IL LOTTO DI NANDO 
 ◄ INDIANI D´ AMERICA 
 ◄ RICORDI & FOTO DI GIANPI 
 ◄ UMORISMO 
 ◄ MUSICA ANNI 60 / 70 ♫♪♫ 
 ◄GRUPPI MINORI ANNI 60-70 
  
 ◄ POESIE ISCRITTI 
 ◄ POESIE CLELIA ( Lelina ) 
 ◄ Clelia ♦ RACCONTI ♦ 
 ◄ POESIE & ALTRO NADIA 
 ◄POESIE DI NIKI 
 ◄ POESIE PREDILETTA 
 ◄ POESIE QUATTROMORI 
 ◄ POESIE TONY KOSPAN 
 ◄ ROBYLORD ♥ 
  
 OMAGGIO A KAROL 
 ◄ RICORDANDO EL CID 
 ◄ LEZIONI DI POESIA 
 ◄ SEZIONE SVAGO 
 ◄MATERIALI DA USARE► 
 ◄ CUCINA ITALIANA 
 __________________________ 
 Home Home 
  
 
 
  Tools
 
◄ Clelia ♦ RACCONTI ♦: Storia di un intervento
Choose another message board
Previous subject  Next subject
Reply  Message 1 of 2 on the subject 
From: Nando1  (Original message) Sent: 24/06/2015 08:18
Carissimi tutti,
oggi voglio farvi conoscere un racconto in cui la mia Clelia ha vissuto
 
il suo dramma di operazioni al colon.
 
3 anni di sofferenza e ancora non è finita, cmq siamo in via di guarigione anche se ci vuole ancora tempo.
La speranza non muore mai
 
 
Storia di un intervento

Sono passati 22 giorni da quando mi hanno operata per rimettermi a posto la stomia e fare tornare il mio intestino alla normalità.
Un intervento molto rischioso anche perchè c'erano due laparocele ombelicali da togliere.
I medici in un primo momento non volevano operarmi per la rischiosità da affrontare.
Mio marito ed io abbiamo insistito, perchè avevo continue lacerazioni alla stomia, cosa che mi ha abbassato molto l'emocromo e stavo diventando fortemente anemica con le perdite di sangue.
Per non rischiare di finire nel mondo dei più, dopo diverse emorragie e continui ricoveri in ospedale con trasfusioni, finalmente il mio chirurgo si è deciso ad operarmi.
Sono state 8 ore di intervento, ma alla fine mi hanno salvata.
Ora sto un pochino meglio, ma sempre sotto cura con una infermiera che giornalmente mi cura.
Non posso fare sforzi di nessun generee devo stare molto riguardata.
I primi giorni dopo l'intervento non riuscivo a mangiare quasi nulla e l'emocromo si abbassava.
Ora invece mangio poco ancora, ma sostanze nutrienti, come la carne.
In attesa di guarigione ora aspetto di venire osservata dal chirurgo e di ristabilirmi,
Ogni giorno faccio una passeggiatina, che il movimento dicono che fa bene.
Mi accompagna mio marito, che mi sta sempre vicino  e mi aiuta in tutto.
Lui è un angelo per me, ma anche il chirurgo è un altro angelo. Devo ringraziarli tutti per avermi aiutata e per non avermi lasciata mai sola.

Clelia Maria Parente


First  Previous  2 to 2 of 2  Next   Last  
Reply  Message 2 of 2 on the subject 
From: Nando1 Sent: 24/06/2015 09:50


 
©2024 - Gabitos - All rights reserved