Home  |  Contact  

Email:

Password:

Sign Up Now!

Forgot your password?

PSICHE E SOGNO
 
What’s New
  Join Now
  Message Board 
  Image Gallery 
 Files and Documents 
 Polls and Test 
  Member List
 FELICE PASQUA... 
 PRESENTIAMOCI 
 RICORRENZE 
 BUON NATALE DA PSICHE E SOGNO 
 BUON ANNO A TUTTI 
 R E G O L A M E N T O 
 A . U . G . U . R . I . 
 TUTTI I POST 
 GENERALE - LA NOSTRA PIAZZETTA - 
 ****************************** 
 AMORE... TUTTO 
 ANIMALI... AMICI... 
 A R C H E O L O G I A 
 A.R.T.E. 
 ARTE E CLASSICA 
 ASTROLOGIE VARIE 
 BUONUMORE 
 CANZONI... POESIE... 
 CINEMA - TEATRO 
 FESTE TRADIZIONALI 
 F.O.R.U.M. 
 FOTOGRAFIA ARTE 
 G.I.O.C.H.I. 
 IMMAGINI... MAGIA 
 GRAFICI NOI 
 MISTERI 
 MITI... NOSTRI... 
 MONDO DONNA 
 MONDO POETICO DI BUTTERFY 
 MONDO POETICO DI HAIKU 
 MUSICA CLASSICA 
 MUSICA LEGGERA 
 MUSICHE DUN TEMPO 
 MUSICA E NON SOLO 
 PAESI STORIA E FASCINO 
 PELLEROSSA ED ALTRE CULTURE 
 PENSIERI SORRIDENTI... 
 POESIA MONDO 
 POESIE SUBLIMI E DI SOGNO 
 POESIE A TEMA 
 POESIE NOSTRE 
 POETI GRANDI 
 POETI MINORI 
 POETI E... SCRITTORI... NOI 
 RACCONTI FAVOLE LEGGENDE 
 RACCONTI NOSTRI 
 R I C O R D I 
 RIFLESSIONI 
 SALUTE E BENESSERE 
 SCIENZE E CURIOSITA 
 SEMINI DI MARINA 
 S.T.O.R.I.A. 
 TEST PER TUTTI 
 TESTI SUBLIMI 
 UTILITY WEB E NON SOLO 
 VIAGGI E TURISMO 
 VIDEO E PPS VARI 
 COME FARE PER... 
 SFONDI E SEPARAT. PRONTI 
 ARCHIVIO MULTIPLY 
 
 
  Tools
 
MONDO DONNA: Giuni Russo
Choose another message board
Previous subject  Next subject
Reply  Message 1 of 6 on the subject 
From: lucy46  (Original message) Sent: 07/09/2013 14:19

Giuseppa Romeo, nota come Giuni Russo
(Palermo, 7 settembre 1951 – Milano, 14 settembre 2004),
è stata una cantautrice e musicista italiana di musica pop sperimentale
  
 
 
Giuseppa nacque a Palermo. Il padre Pietro Romeo registrò la nascita della figlia tre giorni dopo, il 10 settembre. Figlia d'arte, cresciuta in una famiglia in cui la lirica era molto apprezzata (sua madre era una soprano naturale), iniziò fin da giovanissima a coltivare l'attitudine al canto e alla composizione. Mosse i primi passi nel mondo della musica già dall'età di 13 anni, quando si esibì presso il "Palchetto della Musica" davanti al Teatro Politeama. Nel 1967, vinse il Festival di Castrocaro interpretando A chi, successo lanciato da Fausto Leali. Il successo di Castrocaro, le aprì le porte per il Festival di Sanremo 1968, cui partecipò con il nome di Giusy Romeo con il brano No amore. Nel 1969 si trasferirà a Milano, che diverrà la sua città di adozione. Incontra la musicista Maria Antonietta Sisini, che per ben 36 anni dividerà con lei le gioie e i dolori in una felice e rara comunione di vita e Arte. Il 18 luglio 1970, Giusy partecipa con alcuni suoi brani, al "Festival Palermo Pop 70",davanti ad un pubblico di oltre ottantamila spettatori. Sulla fine del 1974, la divisione italiana dell'etichetta discografica tedesca BASF, le propone di firmare un contratto discografico, e così nascerà "Junie Russo", un nuovo nome d'arte, nel tentativo di lanciarla come cantante italo-americana, e farne dimenticare gli esordi come "Giusy Romeo". L'anno successivo esce come anteprima il singolo Milk of Paradise, seguito dalla pubblicazione dell'album Love Is a Woman. L'album, interamente in lingua inglese, è il primo della carriera artistica di "Junie".  Tra i brani estratti per la promozione del disco viene scelto anche Carol, che Junie presenta, per la prima volta, nella trasmissione Adesso musica. Carol è dedicata a un'amica di Giuni e di Maria Antonietta, morta a causa della droga. Alla fine dello stesso anno, escono altri due singoli, Everything Is Gonna Be Alright ed il singolo In trappola, che segna il ritorno alla lingua madre italiana, e l'inizio della collaborazione con Cristiano Malgioglio. Nel 1976 esce un 45 giri, che Giuni e Maria Antonietta firmano, ancora con Cristiano Malgioglio, dal titolo Mai. Il brano ottiene un buon successo radiofonico nazionale, e fa notare Junie al pubblico e alla critica. Nel 1977 interpreta il brano inedito, scritto dalla stessa Junie, Everybody, che diviene la sigla del Cantagiro. Sempre nello stesso anno, partecipa ad alcune tappe del Cantagiro, dove presenta Mai, riscuotendo un buon successo.Sulla fine del 1978 Giuni torna sul mercato discografico con il singolo Soli noi. Nel 1980, Cristiano Malgioglio, propone a Giuni e Maria Antonietta di comporre un brano per Amanda Lear. Giuni e Maria Antonietta, scriveranno la musica, mentre Malgioglio, scriverà il testo del brano Ho fatto l'amore con me. Sarà l'ultima collaborazione con Cristiano Malgioglio, iniziata nel 1975. Con Franco Battiato, Giusto Pio, Alberto Radius e Maria Antonietta Sisini, Giuni Russo trova, dunque, la dimensione artistica a lei più congeniale. A metà del 1982 le viene proposto un brano, non privo di poetica e originalità, intitolato Un'estate al mare, firmato ancora da Franco Battiato. Sul finale dell'esecuzione la cantante imita anche il verso dei gabbiani con l'emissione di note particolarmente acute, dando prova della sua notevole estensione vocale. Il 45 giri Un'estate al mare raggiunge i vertici delle classifiche italiane, stazionandovi per oltre otto mesi. Il brano viene presentato al Festivalbar, vincendo la sezione Festivalbar Disco Verde, ottenendo il Disco d'oro per le vendite. Sempre nello stesso anno la Russo vince, come rivelazione dell'anno, il popolare referendum Vota la voce indetto da Tv Sorrisi e Canzoni. Alla fine dell'anno viene pubblicato un altro singolo firmato da Battiato, Good Good Bye e l'artista dichiara di aver preparato l'album Vox, che esce nel 1983. I brani sono stati scritti dalla stessa Giuni Russo con Maria Antonietta Sisini, Francesco Messina, Franco Battiato e Giusto Pio.  Giuni parteciperà al Festivalbar con Sere d'agosto. Nel disco sono da citare anche Abbronzate dai miraggi e le raffinate Buenos Aires e L'oracolo di Delfi. L'album Mediterranea, uscito in primavera inoltrata, mette in luce un'artista in continua evoluzione, tesa a coniugare con intelligenza e visione artistica, cantabilità a sperimentalismo, sia vocale sia strumentale. Nell'estate del 1984 partecipa al Festivalbar presentando alcuni dei brani dall'album più recente, tra cui Mediterranea, Limonata cha cha cha, e Demenzial Song, una delle canzoni di maggior impatto tra quelle del 33 giri.   Il 20 novembre 1985, viene invitata come ospite d'onore al primo gala italiano di beneficenza per la lotta all'AIDS, AID FOR AIDS ideato da Felix Cossolo, presso il Teatro Ciak di Milano. Alla serata di beneficenza, parteciparono tra l'altro: Loredana Bertè, i Righeira, Walter Chiari, Bruno Lauzi,   altre importanti celebrità. Nel 1986 viene finalmente pubblicato l'album Giuni, registrato l'anno precedente e "congelato" a causa di questioni discografiche. L'album contiene il successo Alghero, uscito anche come 45 giri, con cui Giuni partecipa con straordinario successo al Festivalbar. Il 10 settembre 1986 partecipa, con Alghero, al grande concerto dei big della musica leggera italiana, indetto dalla kermesse canora Vota la voce, in occasione della consegna dei "Telegatti". Nel 1987 esce il 45 giri Ragazzi al luna park, anteprima di un secondo LP, intitolato Album, che contiene la frenetica Adrenalina, cantata in coppia con Donatella Rettore. Adrenalina rappresenta il primo duetto nella carriera di entrambe. Il brano, presentato alla manifestazione Un disco per l'estate a Saint-Vincent. Nel 1988 arriva un brusco e repentino cambio di rotta, che anticipa di un decennio la "musica di confine", innovativa e, assolutamente sconosciuta nel panorama musicale italiano, con il rischioso album A casa di Ida Rubinstein. Il titolo è ispirato al nome di Ida Rubinstein, attrice e ballerina. Un disco fusion di contaminazione fra lirica, pop elegante e jazz. Giuni Russo è, in questo campo, l'antesignana più naturale, l'anticipatrice, colei che apre una strada che diverrà popolare soltanto negli anni '90 con altri artisti di confine. Il 1990 si apre con la ristampa del Disco singolo, su CD, Un'estate al mare, accompagnato, sul lato B, dal brano Una vipera sarò. Sempre nello stesso anno, Giuni interpreta un intenso brano inedito, con soli vocalizzi, Black image, scritto da Enrico Riccardi, per la colonna sonora della serie televisiva Extralarge con Bud Spencer. Nel 1994 ritorna sulle scene musicali, e alla ribalta, cimentandosi col canto-cabaret ispirato a Ettore Petrolini con l'album Se fossi più simpatica sarei meno antipatica. Questa apertura la porta ad allargare la collaborazione con scrittori e poeti, anche attraverso lo studio di testi sacri antichi, soprattutto le opere di San Giovanni della Croce e Santa Teresa d'Avila. Fra le migliori canzoni La sua figura, un canto d'amore tratto dai testi di San Giovanni della Croce. Il 22 giugno 1996, partecipa al varietà televisivo Il boom, dedicato agli anni cinquanta, dove interpreta Johnny Guitar del 1954. Estate 1997, viene alla luce, dopo due anni di assenza dal mercato discografico, il CD singolo contenente Gabbiano e Fonti mobili, anteprima dell'album Gelsomini d'Arabia. Il 27 novembre 1998 festeggia i suoi trent'anni di carriera, pubblicando il suo primo album "live" dal titolo autobiografico Voce prigioniera che conteneva brani dell'album del 1988, A casa di Ida Rubinstein più altri brani dal vivo. Il 30 giugno 2001, partecipa come ospite, alla trasmissione La notte vola, in onda su Canale 5 e condotta da Lorella Cuccarini, dove, dopo diversi anni, decide di rinterpretare il successo di Un'estate al mare con un nuovo arrangiamento. Nel 2003, dopo ben 35 anni di assenza, prende parte al Festival di Sanremo con il brano Morirò d'amore. Il brano arrivò 7° nella classifica finale e ricevette il "Premio come Miglior Arrangiamento". Negli anni sarà inteso come il testamento musicale di Giuni: fra l'altro, la cantante dovette esibirsi sul palcoscenico con una bandana intorno alla testa, segno inequivocabile che aveva perso tutti i capelli a causa dei cicli di chemioterapia a cui si sottoponeva da due anni, per il male incurabile che la aveva colpita. Il 7 marzo 2003 esce l'omonimo album Morirò d'amore, che ottiene un buon successo di vendite. Il 1º settembre 2003 partecipa alla trasmissione canora Napoli prima e dopo, dove interpreta il brano partenopeo Marechiare. Questa sarà la sua ultima apparizione televisiva. Giuni Russo muore nella notte tra il 13 e il 14 settembre 2004, nella sua dimora milanese, all'età di 53 anni. La cerimonia delle esequie si tiene il 15 settembre, presso il monastero delle Carmelitane Scalze, a Milano.

Anuncios:

First  Previous  2 to 6 of 6  Next   Last  
Reply  Message 2 of 6 on the subject 
From: Orso Tony Sent: 07/09/2013 17:16
 
 
 
 
 
 
Oggi è l'anniversario della nascita di Giuni Russo,
nome d'arte di Giuseppa Romeo
 
 
Era nata a Palermo in un quartiere popolare
ed in una famiglia semplice 
ma in cui si respirava in pieno la musica essendo la madre
un soprano naturale...
e fin da piccola si esercitò nel canto.
 
 
 
 
(Palermo 7 settembre 1951 – Milano, 14 settembre 2004)
 
 
 

Grande cantante dalla voce davvero eccezionale
pur avendo avuto parecchi successi nella sua carriera artistica,
a partire dalla vittoria a Castrocaro da giovanissima...,
tuttavia non entrò nel cuore del grande pubblico
se non con qualche canzone come "Un'estate al mare".
 
 
 
 

 

 


Avrebbe in realtà meritato molto di più...
per la perfezione e bellezza del suo canto
ma era amata soltanto e soprattutto
 dai cultori della bella musica d'élite...
 
 
 
 
 
 
 
 
In verità però lei stessa non amava molto lo star system
ed anzi preferiva uno stile di vita abbastanza riservato...
ed inoltre era molto esigente nella scelta dei brani musicali.
 
 
 
 
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=QdC5_nORaAM]
 
 
 
 
La sua voce era  davvero straordinaria ed unica,
forse tra le più belle di sempre della canzone italiana,
ma in lei si poteva anche percepire una forte spiritualità...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E' stata molto amica di Franco Battiato
ed ha lavorato con tanti grandi artisti del suo tempo...
 
 
 
 
 
 
 
Un brutto male ci ha privati della sua sua
affascinante voce e della sua arte musicale...
 
 
A lei va il nostro grato ricordo per le forti emozioni
che ci ha donato e che possiamo rivivere
con i 2 brani musicali che corredano questo post

 

 

 

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=yIhk2yJi-mk]

 

 

 

Ora la sua voce starà certo deliziando

gli abitanti delle... stelle...

 

 

 

 

 

 

Tony Kospan

 

 

 

 


PSICHE E SOGNO
LA TUA PAGINA DI FB
psiche6.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 
 

Reply  Message 3 of 6 on the subject 
From: Orso Tony Sent: 07/09/2013 17:17



Reply  Message 4 of 6 on the subject 
From: Orso Tony Sent: 07/09/2013 17:18



Reply  Message 5 of 6 on the subject 
From: giulipippi Sent: 07/09/2013 18:23


Reply  Message 6 of 6 on the subject 
From: haiku04 Sent: 07/09/2013 19:20

 

 

 

 
 
L'ho sempre ammirata moltissimo e purtroppo è mancata troppo presto,
ma sino all'ultimo non ha perso il sorriso e la voglia di regalare la
sua splendida voce.
 
Negli ultimi anni si era allontanata da un sistema che non ha saputo
apprezzarla per come avrebbe meritato, diventando però un'interprete
d'èlite in contesti più affini alla sua sensibilità, infatti i suoi ultimi lavori
sono ineccepibili
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

Anuncios:

First  Previous  2 a 6 de 6  Next   Last  
Previous subject  Next subject
 
©2020 - Gabitos - All rights reserved